giovedì 18 marzo 2010

Torta viva alla banana e crema di cocco




Due giorni fa è stato il compleanno di Fabio, un nuovo toscanaccio nella comunità di Byron Bay, per l' occasione ho creato una torta fra le mie preferite,  eccovi la ricetta.
Per creare questa torta, è necessario mettere a bagno le noci e le mandorle la sera prima e poi sciacquarle ... se siete interessati a capire il procedimento di attivazione delle noci andate al post di (giovedì 11 marzo 2010).
Per creare questa golosissima torta



Avrete bisogno di un robot trita tutto, il che sarebbe ideale, o di un mini pimer,  in tal caso bisognerà avere pazienza, ostinazione (poi vedrete) ed avere 2 braccia forti.


Ingredienti per la base:

6 grosse manciate di noci o (noci del messico) Pecans  (attivate ovvero immerse in acqua per 12 ore)
2 grosse manciate di datteri
1/2 cucchiaino di cannella (io ne aggiungo sempre un pò di più perchè mi piace il gusto dolce della cannella)

Mettere tutti gli ingredienti  per la base in un robot trita tutto e tritare finché non diventa una pasta stenderla in una teglia per torte di 20 cm di diametro ( le teglie tonde che che hanno il bordo che si toglie sono perfette per questo tipo di torta) una volta stesa la pasta mettere la teglia in frigo

Ingredienti per la crema d' arancia e cocco

6 datteri
5 tazzine da caffè di cocco tritato
4 tazzine di acqua
1 tazzina di succo d' arancia appena spremuto
1 cucchiaio di scorza d' arancia grattugiata
1 pizzico di sale marino
6 banane 

Lasciate le banane per dopo e mettere tutti gli ingredienti  per la crema in un robot trita tutto e tritare finché non diventa una pasta morbida

Ingredienti per la crema di mandorle

8 grosse manciate di mandorle (attivate x 12 ore la sera prima)
3 tazzine d' acqua
3 pizzichi di sale marino 
8 datteri 
1 baccello di vaniglia da aprire in 2 lungo il bordo e grattare i semini con il cucchiaino ( usare la vaniglia pura è stupendo) oppure un cucchiaio di estratto di vaniglia 

Tritare le mandorle e l' acqua e poi aggiungere il resto degli ingredienti e tritare finché non si raggiunge la densità di una crema

Per creare la torta

Prendere la teglia dal frigorifero e stendere  una piccola dose di crema d' arancia e cocco, e stenderci su un letto di 3 banane tagliate a fettine poi stendere metà della crema d' arancia e cocco . Aggiungere e stendere la metà della crema di mandorle.  Stendere le fettine di tre banane, il resto della crema d' arancia e cocco il resto della crema di mandorleCoprire la torta con il cocco grattugiato. Refrigerare per 2 ore prima di servire.





STORIA DI UNA NOCE DI COCCO THAI


Ho scoperto una bevanda della quale non posso fare a meno...Due giorni fa giravo per il supermarket e sugli scaffali ho notato delle noci di cocco, ( ho bevuto tante volte il latte di cocco e non mi ha mai entusiasmata, con quel sapore di acqua un pò insipida), allora mi avvicino allo scaffale e sento parlare in tailandese, non c'era nessuno nei paraggi, guardo le noci che ammiccano facendo l' occhiolino e mi dicono in suadente lingua Thai: "comprami!". Mi lascio tentare.
Torno a casa  per preparare un dolce, ma il problema è insorto immediatamente: "COME LA APRO STA NOCE?"
Decido di fare come avevo visto tante volte in Indonesia, peccato che non avendo un macete, ho dovuto brandire sulla povera noce un coltello da cucina ... nel mentre pensavo alla storia del film "Cast Away" e mi chiedevo come c@§§o avrà fatto quel poveraccio a sopravvivere?... dopo 1000 mannaiate alla Psyco, con pezzi di noce che volavano per tutta la cucina, finalmente riesco a creare una crepa, ne esce un odore incantevole un mix tra pane appena sfornato e la dolcezza del cocco...  con l' avidità del gollum giro la noce e l'appoggio su un bicchiere, mi viene la gobba e con voce roca strascicata sussurro: " il mio tessssssssssoOOOro", ne esce il latte, lo assaggio... non potevo credere alle mie papille gustative! Una bontà infinita.  Anyway, il dolce che avevo in progetto di fare, è passato in cavalleria, perché il latte alla fine me lo sono bevuto tutto. Ma giuro che presto se mi dite che nella vostra città c'è la noce di cocco Thai , vi prometto che creerò qualcosa di veramente speciale.
Che la forza sia con voi!











6 commenti:

A. ha detto...

Ciao!!
il nome di questa torta mi ha davvero incuriosito "torta viva": la chiami così perchè ha le noci attivate?(altra cosa interessantissima!) voglio provare a farla!una cosa: risulta molto dolce?
grazie ciao
Alessandra :-)

Eat and Surf... ha detto...

Ciao Ale!!! Si, si chiama "viva" perché ogni ingrediente è fresco e non cotto, ciò riguarda non solo le mandorle, ma anche la frutta. La dolcezza della torta dipende da quanti datteri ci metti... Fammi sapere come ti è venuta! Magari manda una foto! Un abbraccio V:

A. ha detto...

si che te la mando!!
fra oggi/domani compro gli ingredienti e mi metto all' opera!
questa torta è un concrentrato di tutte le cose che amo di più!!
grazie
baci
Ale

A. ha detto...

Ciao!

possibile che a Milano i datteri nei supermercati normali si trovino solo e soltanto a natale??!!POVERI NOI!!
bellissima la ricetta del tonno...ma ultimamente ho la paranoia dei tonni in via di estinzione e non riesco a mangiarlo anche se mi piace un casino...

Eat and Surf... ha detto...

Ho trovato questo sito dove vendono datteri http://www.sabrosainternational.com/ita/home.php
-- Sabrosa International S.r.l. - ortomercato Milano pad C stand 178/179 Via C.Lombroso 54, 20137 Milano --
Spero non sia troppo lontano da casa tua.
Non tutte le specie di tonno sono in estinzione ma esclusivamente il pregiatissimo tonno rosso.
Spero tu riesca a trovare gli ingredienti per creare questa torta è meravigliosa! Un abbraccio Vale

A. ha detto...

uh grazie!
provo prima dai fruttivendoli "gioellerie" che ci sono i corso vercelli vicino a casa mia!
sono curiosa di scoprire cosa preparerai per pasqua :D